MINI: da marzo 2018 un nuovo logo flat design

È essenziale, è minimal il nuovo logo Mini che debutterà a marzo 2018 su tutte le vetture della casa automobilistica inglese, filiale del gruppo BMW dal 1994, specializzata in superutilitarie.
Viene così eliminata la tridimensionalità che ha caratterizzato il brand pur mantenendo le classiche ali.

Mini ha annunciato il lancio di un nuovo logo per il nuovo anno che richiama gli elementi stilistici della prima fase della Mini classica con un tratto caratteristico orientato al futuro che si concentra sull’essenziale al motto di: LESS IS MORE.

Il nome Mini nacque inizialmente per un’auto specifica, nota come Morris Mini Minor e Austin Seven, lanciata nel lontano 1959 dalla British Motor Corporation. Il naming si sviluppò successivamente come un marchio a sé stante, e si estese ad una serie completa di veicoli. La prima generazione del 1959 fu commercializzata fino al 2000 mentre la next generation per BMW, la cui creazione iniziò nel 1995, vide la luce nel 2001.

Il nuovo logo flat design di Mini verrà applicato su tutti i modelli a partire da marzo 2018 sul cofano e sul bagagliaio, al centro del volante e sul telecomando per renderlo visibile da qualsiasi punto si osservi l’utilitaria di lusso.

La scelta del flat design permette di esaltare gli elementi grafici chiave. Il mantenimento della ruota alata con il nome del brand stampato a lettere maiuscole al centro permette la riconoscibilità immediata del logo.
La bidimensionalità del logo, molto di moda in questo momento, dà luce alle linee grafiche all’insegna di un effetto contrastante Black & White (bianco e nero) tipico dei prodotti moderni che usano questa Legge di Diamante come elemento distintivo e di memorizzazione.

 

About the author

Brand strategist, esperto neuromarketing e neurobranding e founder laurea Magistrale in Web Marketing & digital communication dell'università IUSVE | Da sempre presente nel mondo social ho coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università, come brand strategist per aziende e agenzie, tenendo numerose conferenze sul mondo della comunicazione, dell’advertising e del web.

Lascia un commento

Seguimi sui social

Appuntamenti

Neuromarketing World Forum 2020

Millennium Biltmore Hotel | Los Angeles
02/04/2020

Cinema televisione e altri media: i nuovi linguaggi dell’immagine

Biblioteca Civica di Verona (VR)
11/12/2019

Marketers festival 2019

Vicenza Convention Center
23/11/2019

I miei ultimi libri

 

 

 

 

 

 

Acquista il libro

 

 

 

 

 

 

 

Acquista il libro

 

 

 

 

 

 

 

Acquista il libro

NEUROMARKETING

Neuromarketing: le funzioni archetipiche per raggiungere emozionalmente il tuo pubblico
16 Dicembre 2019By
Neuromarketing: la fluidità cognitiva nei social network e nel web
13 Dicembre 2019By

NEUROBRANDING

Branded content: le narrazioni per creare più engagement
19 Dicembre 2019By
Cos’è l’Effetto Meraviglia nel branding e nel marketing
18 Dicembre 2019By

BRAND POSITIONING

Competitive advantage: come diventare leader del tuo mercato grazie al brand positioning
30 Dicembre 2019By
Quando l’advertising fa sognare ma è anche sociale: Go beyond plastic di North Sails
21 Luglio 2019By

DIGITAL & SOCIAL

Un nuovo parametro: il Digital Caos, cos’è e definizione
5 Gennaio 2020By
Nel web le persone ignoranti si considerano più intelligenti di quanto lo siano: l’Effetto Dunning-Kruger
21 Dicembre 2019By

PODCAST

Il sales funnel: che cos’è, definizione ed esempi
24 Febbraio 2020By
La lead generation (approfondita): che cos’è, definizione ed esempi
23 Febbraio 2020By

NEWS

Al Marketers Festival 2019: tra posizionamento e neurobranding
7 Novembre 2019By
ECOMM 2019 e Predicting Personality: i Like rivelano più di quello che pensi
4 Novembre 2019By