I Millennial guidano la condivisione di contenuti di brand nei social se sono coinvolgenti

I contenuti di brand condivisi dalle aziende sono particolarmente interessanti per i Millenial e li condividono nei social network con differenziazione nei vari continenti. L’Europa è il fanalino di coda.

Le aziende stanno cercando sempre nuovi mercati per proporre i propri prodotti e servizi. La ricerca di Global Web Index delinea le caratteristiche dei Millennial e la loro volontà di condividere contenuti di marca sui social.
La ricerca evidenzia l’opportunità per i marchi di espandere naturalmente la loro portata sui social network.
I Millennial hanno il 16% in più di probabilità rispetto alla media di condividere contenuti di brand sui social media e 1 su 8 lo fanno ogni mese.
La volontà di condividere contenuti di marca è qualcosa che varia in tutte le regioni del mondo.


I Millennial dell’Asia hanno il doppio delle probabilità di condividere i contenuti di marca rispetto a quelli d’Europa. Il record di Millennial che segue maggiormente i brand nei social network sono quelli dell’America Latina (52%).

Una costante in tutto il mondo è che almeno un quinto dei Millenial sceglie di condividere post di marca, anche se l’Europa è il fanalino di coda con solo il 7%.

Per un corretto brand positioning e la conseguente memorizzazione le aziende dovranno creare storie coinvolgenti tali per cui i Millennial decidano di condividerle nei propri social. Quindi piuttosto che spingere i prodotti le aziende dovranno creare una comunicazione che sia una notizia interessante da condividere.

About the author

Brand strategist, esperto neuromarketing e neurobranding e founder laurea Magistrale in Web Marketing & digital communication dell'università IUSVE | Da sempre presente nel mondo social ho coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università, come brand strategist per aziende e agenzie, tenendo numerose conferenze sul mondo della comunicazione, dell’advertising e del web.

Lascia un commento

Seguimi sui social

Newsletter

NEUROMARKETING

Suoni binaurali: cosa sono e come funzionano nel nostro cervello
28 Maggio 2020By
Conosci te stesso: quando cervello e emozioni viaggiano all’unisono
21 Aprile 2020By

NEUROBRANDING

Il divertimento è il plus per un marketer vincente
29 Maggio 2020By
Il buzz marketing: le relazioni al centro del marketing conversazionale
7 Maggio 2020By

BRAND POSITIONING

L’eccitazione della scoperta: l’elemento fondamentale per i consumatori
27 Maggio 2020By
Brian Chesky e la lettera di Airbnb che passerà alla storia delle HR
16 Maggio 2020By

DIGITAL & SOCIAL

Il grande impatto dei micro e nano influencer nelle campagne di marketing
30 Aprile 2020By
Il Celebrity Marketing ai tempi del Coronavirus
16 Aprile 2020By

PODCAST

Il mirroring: che cos’è, definizione ed esempi
3 Marzo 2020By
Il framing: che cos’è, definizione ed esempi
2 Marzo 2020By

NEWS

Al Marketers Festival 2019: tra posizionamento e neurobranding
7 Novembre 2019By
ECOMM 2019 e Predicting Personality: i Like rivelano più di quello che pensi
4 Novembre 2019By