Inbound marketing: che cos’è, definizione ed esempi

Inbound marketing: che cos’è, definizione ed esempi. Noi sappiamo che ogni azienda ha bisogno di clienti per poter sopravvivere nel mercato e deve sempre avvicinare il proprio brand e i propri prodotti al pubblico.

I pubblicitari nella storia dell’advertising si sono continuamente interrogati su quale fosse il modo migliore per raggiungere il target prestabilito e convincerlo soprattutto all’acquisto di un prodotto e ne hanno escogitate tantissime e conosciamo tantissime modalità pubblicitarie realizzate per ottenere questo obiettivo.

Questa modalità comunicativa viene chiamata outbound marketing, cioè marketing in uscita ed è incentrata su un messaggio direzionato unicamente verso il cliente, quindi dall’azienda verso il target di riferimento, verso il consumatore.

Molte teorie sono state formulate e sono le teorie storiche riguardanti il mondo dell’advertising.

Ma il mercato digitale oggi propone una nuova modalità che è chiamata inbound marketing, cioè marketing in entrata, che consiste appunto in un piano strategico che ha come obiettivo un obiettivo di corporate, cioè l’essere trovati dai potenziali clienti.

Se l’advertising tradizionale era dall’azienda verso il consumatore, l’inbound marketing è dal consumatore, dal cliente, verso l’azienda. Quindi il rapporto si inverte: mentre il marketing in uscita aveva il compito di spingere il prodotto verso il pubblico, attraverso i vari canali pubblicitari allora a disposizione, il marketing in entrata crea consapevolezza. Quindi attrae, aiuta i clienti ad avvicinarsi al brand, a rendere il brand ovviamente affascinante.

Quindi il termine inbound marketing potremmo dire che è stato coniato da Brian Halligan, CEO di HubSpot, ed è sinonimo di un altro concetto che viene definito permission marketing, cioè quella parte di marketing che permette al cliente di ritrovare l’azienda stessa.

Oggi le persone infatti sono bombardate dagli annunci pubblicitari, pensate nei social network quanta pubblicità riceviamo, ma anche su YouTube appena parte un video, subito parte la pubblicità e dopo possiamo, eventualmente, skipparla dopo un po’ di secondi.

Questo overflow di informazioni, quindi questa continua valanga di informazioni che ci raggiungono, determinano inevitabilmente un’indifferenza da parte del pubblico, cioè il pubblico è assuefatto da tutti questi metodi di marketing, che sono dei metodi che però sono tradizionali, pur essendo utilizzati nell’ambito digital. L’inbound marketing è tutt’altra cosa, infatti l’obiettivo dell’inbound marketing si realizza in tre fasi:
Il GET FOUND, il farsi trovare, l’azienda deve far trovare il proprio prodotto al cliente, quindi non è l’azienda che raggiunge il cliente ma è il cliente che raggiunge il prodotto.
Secondo step è il CONVERT, convertire il pubblico generico in propri follower particolari. E poi ANALYZE, che è la terza e ultima fase. Analizzare il processo di engagement e valutare le eventuali condotte positive che si sono realizzate per trasformarlo in un pubblico fidelizzato.

  • Prenditi il rischio e continua a testare, perché quello che funziona oggi non funzionerà domani, ma quello che ha funzionato ieri potrebbe non funzionare oggi.

    Amrita Sahasrabudhe
    Vice President of Marketing at FastMed Urgent Care
Ascolta interamente questo nuovo episodio su

SPOTIFY

Oppure ascolta questa puntata su

APPLE MUSIC | ITUNES PODCAST

Oppure ascolta questa puntata su

SPREAKER

TAG CLOUD

#advertising #book #branding #brandpositioning #comunicazione #digital #digitalcommunication #ecommerce #educazione #facebook #informatica #instagram #internet #inboundmarketing #libri #marketing #mutazioni #neuromarketing #neurobranding #neuroscienze #newmedia #nuovetecnologie #psicologia #pubblicità #reti #semiotica #semioticadigitale #socialmedia #socialmediamarketing #socialnetwork #tecnologia #web #webmarketing #webmarketingmanager

cerca qui sotto altri argomenti che ti possono interessare in

ALTRE PUNTATE

Il personal branding: che cos’è, definizione ed esempi

Il personal branding: che cos'è, definizione ed esempi. Tutti ne parlano, è l’argomento del momento, tutti ne danno una definizione. Ma come al solito noi vogliamo attingere dalla storia. Infatti il concetto di personal branding...
Continua a leggere

Le sfide del marketing: che cosa sono, definizione ed esempi

Le sfide del marketing: che cosa sono, definizione ed esempi. Il marketing è una disciplina che conosciamo da tantissimi anni e che è soprattutto abbinata ancora adesso, nell’immaginario comune, all’aspetto economico.
Continua a leggere

Inbound marketing: che cos’è, definizione ed esempi

Inbound marketing: che cos'è, definizione ed esempi. Noi sappiamo che ogni azienda ha bisogno di clienti per poter sopravvivere nel mercato e deve sempre avvicinare il proprio brand e i propri prodotti al pubblico.
Continua a leggere

La Brand Identity: che cos’è, definizione ed esempi

Che cosa prevede l’elaborazione della brand identity per una azienda: che cos’è, definizione ed esempi.
Continua a leggere

La capacità di ascolto delle persone: che cos’è, definizione ed esempi

La capacità di ascolto delle persone: che cos’è, definizione ed esempi. Da sempre noi siamo interessati ad ascoltare le altre persone, da sempre vogliamo sentire la loro opinione.
Continua a leggere

Copywriter digital: che cos’è, definizione ed esempi

Che cos'è il copywriter digitale? La stessa natura del copywriting impone una vocazione insita all’interdisciplinarietà perché oltre a saper ben scrivere bisogna attingere alla propria creatività per raggiungere il pubblico di riferimento.
Continua a leggere
About the author

Brand strategist, esperto neuromarketing e neurobranding e founder laurea Magistrale in Web Marketing & digital communication dell'università IUSVE | Da sempre presente nel mondo social ho coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università, come brand strategist per aziende e agenzie, tenendo numerose conferenze sul mondo della comunicazione, dell’advertising e del web.

Lascia un commento

Seguimi sui social

Newsletter

NEUROMARKETING

Suoni binaurali: cosa sono e come funzionano nel nostro cervello
13 Aprile 2022By
Conosci te stesso: quando cervello e emozioni viaggiano all’unisono
8 Aprile 2022By

NEUROBRANDING

Il divertimento è il plus per un marketer vincente
14 Aprile 2022By
Il buzz marketing: le relazioni al centro del marketing conversazionale
11 Aprile 2022By

BRAND POSITIONING

L’eccitazione della scoperta: l’elemento fondamentale per i consumatori
12 Aprile 2022By
La semiotica digitale: una disciplina innovativa per il comunicatore odierno
9 Aprile 2022By

DIGITAL & SOCIAL

Il grande impatto dei micro e nano influencer nelle campagne di marketing
30 Aprile 2020By
Il Celebrity Marketing ai tempi del Coronavirus
16 Aprile 2020By

PODCAST

Il mirroring: che cos’è, definizione ed esempi
3 Marzo 2020By
Il framing: che cos’è, definizione ed esempi
2 Marzo 2020By

NEWS

Al Marketers Festival 2019: tra posizionamento e neurobranding
7 Novembre 2019By
ECOMM 2019 e Predicting Personality: i Like rivelano più di quello che pensi
4 Novembre 2019By