ECOMM 2019 e Predicting Personality: i Like rivelano più di quello che pensi

Al ECOMM 2019 parlerò di Predicting Personality. Le tecniche di neuromarketing predittivo cercano modelli di comportamento che consentono di rivelare condotte significative per le aziende.

ECOMM è una giornata esclusiva, dedicata ad aziende e professionisti che desiderano approfondire le ultime opportunità del business online e nuove tecniche di vendita digitale, attraverso soluzioni e strumenti in ottica Omnichannel.

Un’opportunità di confronto oraganizzata da Velvet Media con i massimi esperti e le più importanti realtà italiane del mondo delle vendite online, per scoprire in anteprima i trend futuri e le strategie di vendita di maggior successo.
Una location d’eccezione, pensata per vivere un evento che è tutt’uno tra strategia, innovazione, vendite e networking.

  • La strategia, il senso dell’opportunità e il momento esatto sono vette alte del marketing. Tutto il resto sono colline

    Al Ries
    Marketers e docente universitario americano

Dal main stage parlerò di Predicting Personality: i Like nei social media rivelano più di quello che pensi

La Predicting Personality cerca piccoli modelli di comportamento che, moltiplicati nei milioni di persone presenti nei social network, consentono di rivelare una serie di condotte significative per le aziende.

Lo speech illustrerà le tecniche di neuromarketing predittivo attualmente in essere per produrre un coinvolgimento del cliente attraverso l’uso di archetipi e i bias cognitivi che entrano in campo e che permettono la memorizzazione del prodotto o servizio proposto. 

Verranno presentati esempi di campagne pubblicitarie e di advertising on line che si sono distinte per efficacia o per fallacità.

Per conoscere il programma completo, i relatori e l’acquisto del biglietto clicca qui: e-comm.events

Se vuoi già approfondire il tema puoi leggere questo articolo che ho scritto: Predicting Personality: i Like nei social media rivelano più di quello che pensi.

TAKE AWAY

È possibile avere le caratteristiche dei miei consumatori prima di realizzare una campagna pubblicitaria?
È possibile predeterminare il comportamento dei miei clienti?
Ma funzionano veramente le tecniche di neuromarketing?
Quanto è etico usare le tecniche di neuroscienze per persuadere a comprare il mio prodotto?

About the author

Brand strategist, esperto neuromarketing e neurobranding e founder laurea Magistrale in Web Marketing & digital communication dell'università IUSVE | Da sempre presente nel mondo social ho coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università, come brand strategist per aziende e agenzie, tenendo numerose conferenze sul mondo della comunicazione, dell’advertising e del web.

Lascia un commento

Seguimi sui social

Appuntamenti

Neuromarketing World Forum 2020

Millennium Biltmore Hotel | Los Angeles
02/04/2020

Cinema televisione e altri media: i nuovi linguaggi dell’immagine

Biblioteca Civica di Verona (VR)
11/12/2019

Marketers festival 2019

Vicenza Convention Center
23/11/2019

Le ultime pubblicazioni

Advertising

Neuromarketing: perché gli archetipi sono importanti nel processo di vendita
10 Dicembre 2018By
Quando l’advertising fa sognare ma è anche sociale: Go beyond plastic di North Sails
21 Luglio 2018By

Branding

Il neuromarketing e la teoria degli insiemi percettivi
15 Marzo 2019By
La Generazione Z interagisce meno con i brand nei social network
18 Febbraio 2019By

Digital

Abbiamo bisogno delle arti liberali ora più che mai: anche nel marketing e nella pubblicità
23 Febbraio 2019By
Le classifiche del mondo digital che non danno informazioni
1 Febbraio 2019By

Marketing

Il neuromarketing per creare il content vincente: il marketing brain to brain
18 Marzo 2019By
Come diventare un Web Marketing Manager & Digital Strategist?
3 Febbraio 2019By

Social

Predicting Personality: i Like nei social media rivelano più di quello che pensi
18 Gennaio 2019By
Social media marketing: quantità e qualità dell’advertising ma soprattutto analisi del ritorno d’investimento
9 Gennaio 2019By