La Chiesa Cattolica presenta la nuova corporate identity

Cambiano i media vaticani: al via nuovo portale unificato e la nuova corporate identity della Chiesa Cattolica. Moderna, elegante e istituzionale: si impone graficamente con sobrietà.

Era il 27 giugno 2015 quando Papa Francesco con la lettera apostolica L’attuale contesto comunicativo istituì la Segreteria per la comunicazione, un nuovo dicastero della Curia romana che aveva il compito di guidare la Chiesa Cattolica nell’unificare l’immagine coordinata e il linguaggio dei media vaticani.
Da quel lontano 2015 i media e i giornalisti hanno cercato indiscrezioni e curiosità perché questo documento segnava un nuovo percorso per la Chiesa Cattolica.

L’attuale contesto comunicativo, caratterizzato dalla presenza e dallo sviluppo dei media digitali, dai fattori della convergenza e dell’interattività, richiede un ripensamento del sistema informativo della Santa Sede e impegna ad una riorganizzazione che, valorizzando quanto nella storia si è sviluppato all’interno dell’assetto della comunicazione della Sede Apostolica, proceda decisamente verso una integrazione e gestione unitaria.

L'attuale contesto comunicativo - Lettera apostolica di Papa Francesco

La logica della convergenza mediale che ha guidato le scelte della Santa Sede sono in linea con il processo di riforma di tutte le grandi aziende che hanno un impatto planetario. Ne sono un esempio il lancio della nuova strategia di corporate identity di Coca Cola e la conseguente One Brand Strategy lanciata a inizio 2017. Oggi i media infatti vanno ad integrarsi l’un l’altro in una sorta di crossmedialità che necessita di uno stesso linguaggio visivo e linguistico per raggiungere audience diverse distribuite in tutto il mondo ma allo stesso tempo globalizzate.

Viene così lanciata il 16 dicembre 2017 la nuova corporate identity della Chiesa Cattolica.
La nuova immagine della comunicazione vaticana trova applicazione in un nuovo portale unico (www.vaticannews.va ) e la pubblicazione dei tre nuovi loghi che identificheranno la comunicazione vaticana (Vatican News, Vatican Media, Radio Vaticana Italia).

I media vaticani saranno quindi guidati da un “nuovo modello produttivo fondato sull’integrazione e la gestione unitaria” al motto del gioco di squadra voluto da Papa Francesco in Vaticano.

Questa nuova strategia e struttura dei media vaticani risponde alle esigenze della missione della Chiesa di fronte alle sfide dell’ambiente digitale contemporaneo che richiede una sempre più altra professionalità e capacità di mediare il messaggio evangelico nei nuovi media digitali.

Al centro di tutto vi sarà Centro Editoriale Multimediale, guidato da Mons. Dario Viganò. Sarà una struttura unificata per la produzione quotidiana di ogni tipologia di contenuto audio, video e grafico, in modalità multilingua e multicanale.
La diffusione dei contenuti digitali sarà crossmediale grazie anche alla consulenza di Accenture Interactive, la global experience agency che ha aiutato la Segreteria per la Comunicazione nella definizione e nella realizzazione della nuova corporate identity e strategia comunicativa del nuovo ecosistema unificato.

Il nuovo portale www.vaticannews.va nella sua versione beta diverrà quindi una moderna media company che avrà il compito di costruire lo storytelling della Santa Sede e del Santo Padre. La struttura e l’aspetto grafico sono in linea con le nuove tendenze di comunicazione a livello grafico e pubblicitario, anche se riescono a mantenere quell’aspetto istituzionale e sobrio che necessita il Vaticano.

L’istituzione di questa nuova corporate identity risponde anche all’esigenza di una comunicazione moderna, efficace e digitale di cui la Chiesa cattolica aveva bisogno e che finalmente arriva al grande pubblico con un impatto visivo sicuramente eccellente.

Il claim è infatti:
Il volto del cambiamento, per affrontare le sfide del mondo digitale nel segno di Tradizione e Contemporaneità.
Per parlare a tutti.
Una nuova identità visiva che parte da una Tradizione millenaria.

About the author

Brand strategist, esperto neuromarketing e neurobranding, docente universitario e CEO laurea Magistrale in Web Marketing & digital communication dell'università IUSVE | Da sempre presente nel mondo social ho coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università, come brand strategist per aziende e agenzie, tenendo numerose conferenze sul mondo della comunicazione, dell’advertising e del web.

Lascia un commento

Seguimi sui social

Appuntamenti

Graduation day Ninja 2019

Aula Magna IUSVE - Campus di Verona (VR)
16/03/2019

Il metodo Condivide et Impera per creare contenuti

Hotel Cosmo Palace - Milano (MI)
02/03/2019

SEO & LOVE 2019: innovazione digitale e visione strategica

Palazzo della Gran Guardia - Verona (VR)
02/03/2019

Le ultime pubblicazioni

Advertising

Neuromarketing: perché gli archetipi sono importanti nel processo di vendita
10 Dicembre 2018By
Quando l’advertising fa sognare ma è anche sociale: Go beyond plastic di North Sails
21 Luglio 2018By

Branding

Il neuromarketing e la teoria degli insiemi percettivi
15 Marzo 2019By
La Generazione Z interagisce meno con i brand nei social network
18 Febbraio 2019By

Digital

Abbiamo bisogno delle arti liberali ora più che mai: anche nel marketing e nella pubblicità
23 Febbraio 2019By
Le classifiche del mondo digital che non danno informazioni
1 Febbraio 2019By

Marketing

Il neuromarketing per creare il content vincente: il marketing brain to brain
18 Marzo 2019By
Come diventare un Web Marketing Manager & Digital Strategist?
3 Febbraio 2019By

Social

Predicting Personality: i Like nei social media rivelano più di quello che pensi
18 Gennaio 2019By
Social media marketing: quantità e qualità dell’advertising ma soprattutto analisi del ritorno d’investimento
9 Gennaio 2019By