I social sono il canale pubblicitario più rilevante per i più giovani secondo il report di Adobe Digital Insights

Lo State of Digital Advertising di Adobe Digital Insights indaga lo stato della pubblicità digitale e evidenzia il ruolo dei social nell’acquisizione di nuovi clienti. Qui tutti i dati

Millennial, la Generazione Z e la Generazione C insieme valgono il 48% della popolazione statunitense avendo elementi identificativi e specifici che ben conosciamo a livello di consumi. Ma tutti hanno comportamenti univoci nel ritenere l’advertising che li raggiunge nei social media più rilevante di quella su qualsiasi altro canale.
La rilevanza della pubblicità televisiva aumenta proporzionalmente al crescere dell’età.


A queste conclusioni è arrivata Adobe Digital Insights che ha redatto il report dal titolo: State of Digital Advertising.
Adobe Digital Insights ha sondato i diversi gruppi generazionali dai Millennial, alla Generazione Z, Generazione X e Baby Boomer, ma anche le generazioni più anziane per capire quali fossero i canali pubblicitari più rilevanti e affini a ciascun gruppo diventando così più rilevanti.

  • È sui social che le generazioni più giovani trovano i contenuti più rilevanti: il contesto, insieme alla corretta segmentazione e le opzioni di ottimizzazione creativa, fanno diventare anche la pubblicità altrettanto rilevante.

    Taylor Schreiner
    Analista di Adobe Digital Insights

Secondo il report, gli annunci nei social network giocano un ruolo importante nell’acquisizione dei clienti, posizionandosi come elemento chiave delle strategie crossmediali (paid/owned/earned) in particolare presso il pubblico under 40.


Il report evidenzia anche il ruolo di search, email marketing e mobile nel guidare il traffico all’interno degli store, sottolineando quanto sia fondamentale gestire accuratamente la user experience su mobile per far crescere le visite.


Anche le televisioni che hanno una presenza on line organica e strutturata stanno diventando una fonte importante di visite ai siti web, segnalando che il confine tra mondo digital e televisione è sempre più labile e soggetto a grandi contaminazioni.

  • La TV è sempre di più un portale internet attraverso cui entrare nelle case delle famiglie, anche perché le generazioni più giovani ormai non distinguono tra canali tradizionali e canali digitali: il 60% della Generazione Z considera l’uso di un servizio streaming come Netflix, Hulu, Amazon Prime come “guardare la TV”.

    Taylor Schreiner
    Analista di Adobe Digital Insights

Il report di Adobe Digital Insights sostiene che l’efficienza aumenta ottimizzando la creatività a livello regionale, demografico, psicografico e comportamentale permettendo un brand positioning di qualità per le aziende che intraprendono questo cammino.

Qui è possibili scaricare il report completo: Adobe Digital Insights 2018

About the author

Brand strategist, docente universitario e CEO laurea Magistrale in Web Marketing & digital communication dell'università IUSVE | Da sempre presente nel mondo social ho coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, in televisione come autore, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università, come brand strategist per aziende e agenzie, tenendo numerose conferenze sul mondo della comunicazione, dell’advertising e del web.

Lascia un commento

Seguimi sui social

Appuntamenti

Web Marketing Training 2018

Palazzo L’Unione Sarda - Cagliari
07/07/2018

Social Media Marketing Day Italia 2018: #SMMdayIT

MiCo - Fieramilanocity (Milano)
18/05/2018

Summit gratuito: il consulente finanziario del futuro

Ramada Plaza Milano - Via Stamira d'Ancona, 27 - Milano
18/05/2018

Le ultime pubblicazioni

Advertising

Quando l’amore è magia: ecco il nuovo spot di Cornetto
2 maggio 2018By
Tommy Hilfiger lancia la nuova Adaptive Collection per persone con disabilità fisiche
24 aprile 2018By

Branding

La Generazione Z interagisce meno con i brand nei social network
21 maggio 2018By
Riposizionamento di brand: il caso di successo di Abercrombie & Fitch
23 aprile 2018By

Digital

Abbiamo bisogno delle arti liberali ora più che mai: anche nel marketing e nella pubblicità
22 maggio 2018By
Le classifiche del mondo digital che non danno informazioni
4 maggio 2018By

Marketing

I neuroni specchio hanno modellato la civiltà: ora il marketing e la pubblicità
18 maggio 2018By
Smartphone challenge: in Italia Huawei raggiunge Apple
8 maggio 2018By

Social

Nei social network 1 utente su 3 non distingue la pubblicità dai contenuti
17 maggio 2018By
Predicting Personality: i Like nei social media rivelano più di quello che pensi
18 aprile 2018By